IL BLOG SI E' TRASFERITO QUI

scegliere | SCEGLIERE | Il Cannocchiale blog
.
Annunci online

Diventa consapevole delle tue decisioni
DIARI
25 febbraio 2013
E se il prima e il dopo fossero adesso?

 

Ciao e bentrovato.

Stasera niente cose impegnative, mentre aspettiamo l'esito del voto di queste elezioni politiche, volevo solo fare due chiacchiere. Qui ha nevicato e il mondo imbiancato sotto la luna piena mi fa sognare, mi fa pensare a realtà diverse, a futuri diversi, a modi diversi di vedere le cose, quelle importanti naturalmente. Certe volte mi piace baloccarmi con certe idee balzane o certe domande, inquietanti ed entusiasmanti insieme.

Come dici?

Ok, intendo cose del tipo: come sarebbe la vita se fosse sempre inverno? Oppure come sarebbe il nostro mondo se vivessimo solo vent'anni? O come sarebbe se vivessimo mille anni? Ci hai mai pensato? Oppure come vivremmo se tutti i metalli fossero rari? Potrebbe svilupparsi una tecnologia basata prevalentemente sugli organismi viventi?

Tu che ne pensi?

Ne ho mille di domande come queste in un'agenda tutta disegni e scarabocchi e alcune mi rimangono in testa a lungo. Questa te la voglio dire: come sarebbe la realtà se il tempo non fosse come lo immaginiamo noi? Noi pensiamo che il tempo sia lineare: c'è il passato, il presente e il futuro, ricordiamo il passato, viviamo il presente, immaginiamo e progettiamo il futuro.

Prova per esempio a immaginare che tutto accada nello stesso momento. Hai capito bene, prova a immaginare che tutte le vite passate e future, tutti i momenti della nostra vita accadano allo stesso tempo. Mentre il nostro io cosciente percepisce gli eventi come se fossero uno dietro l'altro, come i fotogrammi di un film.

Oppure da un altro punto di vista, immagina che tutto sia già scritto, come su un hard disk, o sulle pagine di un libro e leggiamo una pagina alla volta, una traccia alla volta. No, non intendo dire tutto è già deciso prima, ma cerco di vedere il tempo in modo diverso. Chi ci dice che la nostra percezione del tempo sia corretta?

Come sarebbe la realtà, se il prima e il dopo coesistessero adesso?

Se così fosse, come saremmo noi?

E come saremmo se fossimo capaci di vedere passato, presente e futuro?

Sì, forse hai ragione, forse sono solo masturbazioni mentali.

Oppure è un esercizio utile per allenarsi a pensare fuori dagli schemi. Ed è qui che volevo arrivare, stasera: la nostra mente lavora preferibilmente seguendo schemi già definiti perché deve faticare per crearne di nuovi, ed è per questo che siamo abitudinari, che abbiamo difficoltà ad uscire dalla nostra zona di comfort.

La vita invece ci propone sfide nuove e occasioni che non possiamo affrontare e cogliere senza uscire dagli schemi. Se pensiamo e facciamo le stesse cose nello stesso modo, otterremo gli stessi risultati. Se vogliamo raggiungere altri obiettivi dobbiamo imparare a immaginare oltre che pensare.

Tu cosa ne pensi?

Grazie dell'attenzione e a presto ;D


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. pensare diario tempo prima adesso dopo fuori schemi

permalink | inviato da Elnor il 25/2/2013 alle 20:30 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
DIARI
4 novembre 2012
Prove di trasmissione 8 – Cambi di rotta

 

In diversi mi hanno chiesto perché ho introdotto nel blog argomenti come la crisi economica, l'euro e la politica. Perché ho dato più spazio ai video di “Parole per pensare” e ho aperto argomenti come “Consapevoli della realtà” e “Punti di vista” e ho abbandonato altri argomenti più interessanti come, per esempio, “Informazioni” e “Bisogni”.

In primo luogo non ho abbandonato nulla, gli argomenti chiave del blog sono rimasti gli stessi: scegliere, l'informazione, la psicologia, i bisogni, le emozioni e la consapevolezza.

D'altra parte stiamo vivendo momenti storici cruciali: la ripresa delle lotte sociali a causa della rottura del patto sociale da parte delle classi dirigenti, il tentativo di unificazione dell'Europa sotto un governo non democratico, una guerra economico-finanziaria che mira a demolire gli stati e il loro ruolo di controllo, l'indipendenza del continente sudamericano dagli stati uniti, un nuovo livello di conflitti internazionali mirati al controllo e all'appropriazione delle risorse e altro ancora. Tutto questo sullo sfondo di cambiamenti climatici che annunciano un futuro difficile e cupo.

E che lo vogliamo o meno, i protagonisti di tutto questo siamo noi, esseri umani e cittadini, e rimanere ad assistere dimostra solo ingenuità e scarsa consapevolezza. Pensare di essere spettatori immuni dagli eventi e dalle loro conseguenze, non è altro che mentire a noi stessi. Il nostro futuro e quello dei nostri figli dipende anche da noi, dipende da quanto siamo informati e dalle scelte che facciamo oggi e faremo nei prossimi anni.

Cosa dici?

Certo che possiamo fare qualcosa, certo che abbiamo un peso. Lo abbiamo con le nostre scelte personali, per esempio sul cosa mangiare, come muoverci, come vestirci, come comunicare e come spendere il nostro tempo libero. Abbiamo un enorme peso se ci muoviamo in molti, ma questo richiede obiettivi comuni, richiede informazione e coordinamento, richiede che ci impegniamo, che diventiamo attivi e attivisti per noi stessi, non per un politico o un partito o per la squadra di calcio. E non parlo solo di andare in piazza per manifestare, ma parlo di agire a tutti i livelli, facendo pressione sui politici locali, sulle aziende, sui media, gestendo le nostre risorse, usando tutti gli strumenti a nostra disposizione, dalla legislazione alla comunicazione.

Le classi dominanti ci vogliono sottomessi e sotto controllo, mentre si appropriano della sovranità dei cittadini e degli stati e delle ricchezze pubbliche. E così sarà se glielo lasceremo fare. Se smetteremo di andare a votare, se smetteremo di protestare e di chiedere ciò che è nostro di diritto, se smetteremo di lottare per il futuro dei nostri figli.

Nel mio piccolo ho voluto usare il blog per dare un contributo, per condividere informazioni, idee e punti di vista, miei e non miei. In futuro forse ci sarà altro, ma non ho abbandonato le radici e continuerò a parlare con te degli argomenti che mi sono cari.

Solo con una minore frequenza.

A presto ;D

DIARI
23 febbraio 2012
Prove di trasmissione 7 – Commenti?

 

In diversi mi hanno fatto notare che ci sono pochi commenti sul blog. Nessun commento, nessun feedback e poco miglioramento. E poi i commenti sono una misura del gradimento del blog, quindi il blog ha scarso successo.

Ha poco successo?

Eppure in nove mesi, queste pagine hanno collezionato migliaia di visite. Ho perciò cercato di capire se fosse veramente così e come risolvere il problema. Mi sono letto tutto ciò che sono riuscito a trovare in rete relativo ai commenti dei lettori e sui trucchi per raccogliere più commenti, tipo: chiedi ai tuoi utenti di esprimere la propria opinione, rispondi sempre ai commenti, scrivi articoli controversi, scrivi di argomenti che interessano alla gente, linka articoli di altri blog per far intervenire l'autore, fai domande ai tuoi utenti, eccetera.

Prenderò sicuramente spunto da alcuni di questi suggerimenti, ma non credo che mi metterò a scrivere in stile provocatorio per accendere discussioni inutili. Dopo aver soppesato a lungo sul perché le migliaia di utenti che hanno visitato il blog hanno lasciato ben pochi commenti, un amico mi ha dato una risposta interessante: i tuoi post non hanno bisogno di commenti.

E' così?

Anche tu pensi che i miei post non abbiano bisogno di commenti?

Se così è, perché?

Perché i post sono troppo completi ed esaustivi?

Perché non pongono domande o danno tutte le risposte?

Perché gli argomenti che scrivo interessano persone che non lasciano normalmente commenti?

Perché sono noiosi o pesanti?

Cosa ne pensi?

Lascia un commento, dimmi il tuo pensiero.

A presto ;D


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. blog visite diario commenti domande navigazione

permalink | inviato da Elnor il 23/2/2012 alle 23:39 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa
DIARI
4 gennaio 2012
RIASSUNTO DELLE PUNTATE PRECEDENTI - 2

 

Sono passati quasi otto mesi dall'inizio di questa esperienza e all'inizio del nuovo anno la tentazione di voltarsi indietro per vedere il cammino percorso è irresistibile. Un centinaio di post non sembrano tanti, non per l'ampiezza degli argomenti scelti da questo blog, ma permettimi un poco di orgoglio per il cammino fatto insieme. Ti invito a guardare indietro con me e a rileggere se lo desideri i passi più importanti.

Insieme abbiamo introdotto l'argomento centrale del blog, scegliere: QUALE BLOG e COMPIERE UNA SCELTA; e abbiamo iniziato a parlare delle basi della persuasione: LA PERSUASIONE, IL PRINCIPIO DI RECIPROCITA' 1 e 2, QUESTIONE DI AUTORITA' 1 e 2, IMPEGNO E COERENZA.

Poi abbiamo affrontato i temi che influenzano le nostre scelte, partendo con l'informazione: COS'E' L'INFORMAZIONE? , I SETTE SENSI - 1 e 2, IL FLUSSO e I MEDIA DI OGGI, COS'E' LA COMUNICAZIONE, FONTI DA CUI ABBEVERARSI e FONTI ATTENDIBILI 1.

Abbiamo iniziato a parlare dei bisogni umani, di ciò che spinge l'uomo: CIO' CHE SPINGE L'UOMO , CIO' CHE SPINGE L'UOMO - 2 e 3, CREDENZE E CONVINZIONI 1 e 2.

Abbiamo cominciato la nostra esplorazione della mente umana e di come si sviluppa attraverso le esperienze della vita: LA MENTE UMANA, REGOLE DI VITA 1 e 2, METTI A FUOCO LA VITA.

Abbiamo introdotto l'argomento delicato e affascinante delle emozioni che influenzano le nostre scelte: PAURA DI SCEGLIERE, COSA SONO LE EMOZIONI?.

Inoltre abbiamo affrontato i temi della consapevolezza: CONSAPEVOLEZZA, IL SENSO CRITICO, CATTIVE ABITUDINI, Cos'è il COACHING? e Cos'è la PSICOLOGIA?.

Infine abbiamo avviato le prime rubriche: qui puoi trovare i LIBRI DALEGGERE, qui i video di PAROLE PER PENSARE, qui gli approfondimenti sulla MENTE UMANA, qui quelli sulle FONTI DI INFORMAZIONI.

Aggiungo una nota particolare per quanto riguarda le scelte concrete: qui puoi trovare i post relativi al referendum del giugno scorso e a quanto ne è seguito.

Sai, mi sono divertito a dare voce ad argomenti tanto trascurati e allo stesso tempo tanto importanti. Se anche tu ti sei divertito, continua a seguirmi: il cammino sarà lungo e appassionante.

Se hai suggerimenti o note da farmi non esitare a lasciare un commento o a scrivermi. Grazie della tua attenzione e a presto ;D

CULTURA
16 novembre 2011
Diario della navigazione – La mappa e il territorio

 

Questo è un periodo impegnativo per il sottoscritto, il lavoro soprattutto. Nonostante ciò studio per il blog e raccolgo materiale da pubblicare e se posso dirlo alcuni argomenti sono veramente appassionanti. Certo, è una promessa, quindi continua a seguirmi. Aggiungo che ho un altre idee nuove, diverse della quali richiedono però almeno un socio.

Stasera volevo soffermarmi un attimo su un pensiero che mi frulla in testa questi giorni che posso sintetizzare con la vecchia massima della pnl: la mappa non è il territorio. Che sta a significare che la mia, tua, nostra visione della realtà non è la realtà, quanto piuttosto un'interpretazione della stessa.

In questi giorni di eventi e di cambiamenti, trovo insopportabile come i media e gli esperti cerchino incessantemente di propinarci una visione distorta della realtà, di influenzare la nostra mappa. Se vuoi possiamo chiamarla propaganda, oppure manipolazione, oppure disinformazione. D'altra parte se ci voltiamo indietro, al passato, possiamo con facilità riconoscerla esercitata incessantemente attraverso il tempo dai potenti, dai regnanti, dalla religione, dovunque c'è un potere che mira a conservarsi, accrescersi e nutrirsi.

Manipolare la realtà degli altri li spinge ad agire come noi vogliamo. E se ci pensi, ognuno di noi fa la stessa cosa, in piccolo. Manipoliamo la realtà degli altri, di chi ci sta vicino e non meno frequentemente di noi stessi, agendo sulla nostra visione della realtà. Ora non importa il perché, ma le conseguenze.

La logica suggerisce che quando agiamo sulla mappa la realtà non cambia. E' davvero così?

Certo, non possiamo agire sulla realtà a parole, le montagne rimangono montagne e le leggi della fisica non cambiano. Eppure ho osservato che la realtà piccola e locale di ognuno di noi cambia cambiando la mappa e non è solo un'impressione del protagonista, cambia concretamente. Cambia perché lo stesso individuo, noi, agiamo consciamente o inconsciamente per cambiare la nostra realtà.

I media ci impauriscono con la prospettiva di un futuro cupo, con minacce illusorie e noi agiamo per evitarle o per affrontarle, spesso dando forma al futuro cupo. L'aviaria ci ha spinto a spendere per vaccini e medicinali inutili facendo il vantaggio delle industrie farmaceutiche e il danno delle industrie dell'allevamento. Ora c'è la crisi e in nome della crisi si chiedono molte cose, eppure cos'è la crisi, qual è la sua origine, chi l'ha generata, con quale scopo e soprattutto è reale?

Parleremo presto di mappe e territorio, di manipolazione e scelte consapevoli. Il cammino è lungo, ma il viaggio è appassionante. Insieme troveremo risposta anche a queste domande.

A presto ;D

DIARI
2 ottobre 2011
Prove di trasmissione 6 – Perché

 

Stasera un paio di riflessioni personali, ma prima spero avrai notato i miglioramenti a poco a poco introdotti. Ebbene ho ancora molto da mostrarti, sto studiando e ho una lista lunga così di idee. Da qui il primo argomento: hai delle proposte?

Sì, dico a te. Non fare finta di non aver sentito. Il tema del blog l'hai capito, quindi secondo te cosa va bene e cosa va migliorato? Hai degli argomenti che vorresti approfondire? O perfino degli argomenti nuovi?

Ti ringrazio in anticipo di ogni commento o proposta.

Secondo. Mi hanno fatto notare che dovrei postare più spesso, anzi ogni giorno, ma il socio a cui miravo ha abbandonato perché la cosa gli pareva impegnativa, e il sottoscritto ha una vita. Quindi appena trovo una squadra con cui condividere questo progetto riuscirò a postare con maggior frequenza, nel frattempo se vuoi darmi una mano, perché non mi segnali link o risorse interessanti? Grazie!

Ora andiamo alla riflessione principale, più d'uno mi ha chiesto: perché ho scelto questo tema? Perché non scrivo di politica, di economia o di calcio? Avrei sicuramente più lettori e visite, altro che 200 alla settimana.

Ebbene chi di noi consciamente o inconsciamente segue il cammino della consapevolezza, chi cerca risposte, chi cerca di capire, prima o poi comprende quanto “scegliere” sia centrale nella nostra vita quotidiana, quanto sia centrale nella comprensione del mondo e di noi stessi.

Se volessi far filosofia direi che l'intrinseco dualismo della realtà rende necessario per un essere vivente decidere fra alternative, ma qui non facciamo filosofia, quindi andiamo al punto. Noi siamo la somma delle nostre scelte, piccole o grandi che siano, e la nostra vita è determinata dalle nostre decisioni, consapevoli o inconsapevoli che siano. Pensa all'ultimo film che hai visto, o romanzo che hai letto. Ogni storia non è altro che il susseguirsi e il concretizzarsi delle scelte dei personaggi. Così è la nostra vita di cui siamo protagonisti.

Certo, possiamo vivere comunque senza renderci conto di tutto questo, senza capire come e perché prendiamo certe decisioni, seguire l'istinto. Ma vivere come? Non pensi che essere consapevole delle tue scelte ti permetta di cogliere tutte le occasioni che la vita ti presenta? E ti permetta di prendere le decisioni nel modo migliore e per questo vivere una vita piena e intensa?

Per quanto mi riguarda, il blog permette di approfondire questi argomenti e allo stesso tempo di condividerli con te e con tutti coloro che vorranno affacciarsi su queste pagine. Tutto qui.

Stop. E' tempo che smetta di tediarti. Ti auguro una giornata interessante.

A presto ;D

DIARI
11 settembre 2011
Prove di trasmissione 5 – Quella luce dentro di noi

 

Ben ritrovato. L'estate è ormai finita e direi che è tempo di riprendere il ritmo. No, non intendo che è tempo di riprendere a correre. La vita va gustata, ascoltata, capita, va vissuta al ritmo della musica che ci portiamo nel cuore. Intendo dire che è tempo di risentirci più spesso. E di fare altri passi avanti.

Come avrai notato, ho capito come inserire filmati, ma non solo, ho scoperto come intervenire direttamente sul codice. Continueremo ad approfondire gli argomenti fondamentali centrali con l'obiettivo di capire tutto ciò che riguarda il prendere decisioni, in più apriremo altre “rubriche” periodiche per capire meglio noi stessi e certi aspetti della realtà.

Questa è stata un'estate strana, piena di rumor bianco e di grida. Ci hanno preso d'assedio con una crisi mai finita, con la minaccia della bancarotta, siamo stati martellati da media urlanti: “panico, paura, timore, tu, dico a te, perché non ti angosci!”.

Non nego che ci sia una guerra economica finanziaria combattuta sopra le nostre vite che consuma il nostro futuro. Non nego che ci sia una guerra sociale, dove la minoranza ricca di questo pianeta sta rubando i diritti conquistati dai popoli a caro prezzo, sta rubando le vite delle persone, la gioia e il sorriso dei bambini.

Basta pensare che oggi ci sono più schiavi nel mondo di quanti ce ne siamo mai stati nel passato. Uomini e donne costretti a consumare la loro vita per il profitto di una minoranza. Questo secolo sarà peggio, più terribile del precedente, e si dovrà lottare duramente e versare sangue prima di vedere di nuovo il sole.

Ora però ferma questi pensieri. Respira. Ora guarda il circo della politica e teatrino dei media, vedi? Non sono che questo. Manipolano il linguaggio e l'informazione per distrarci, per non farci vedere che le quinte sono finte, sono di cartone.

Ora chiediti: cos'è la vita? Quanto dura? Per cosa vale la pena vivere?

Hai già le risposte e centrano poco con il debito, la crisi, la bancarotta, le storie di paura con cui ci assillano. Sono finzioni, menzogne, con cui cercano di renderci poveri, fuori e dentro. La realtà è diversa, è fatta di gente come noi, di anime piene di luce e buio. E se guardi bene, oltre l'inferno in cui vogliono rinchiuderci, è quella luce che illumina i nostri giorni, è quella luce che vedi nei volti di coloro che ci vivono accanto, è quella luce che rende la vita meravigliosa e degna di essere vissuta.

Non dimenticarlo mai.

A presto ;D


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. diario luce dentro di noi vita media cos'è la vita

permalink | inviato da Elnor il 11/9/2011 alle 21:14 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
DIARI
1 giugno 2011
Prove di trasmissione 4 – Consigli cercasi

 

Buonasera a tutti, buonasera a te. Sono passate sei settimane dall'apertura del blog e nonostante la mia ignoranza sugli strumenti e sulla promozione dei blog, le visite e i contatti sono stati superiori alle attese. Grazie.

Ringrazio tutti, quelli che mi seguono con costanza e quelli che si affacciano casualmente. La vostra attenzione da ragione d'essere a questo progetto.

I commenti sono stati pochi, le mail di più (ricordo che potete scrivermi qui). Mi avete fatto notare che quello che scrivo è interessante, ma che devo fare meglio. Alcuni mi dicono che che devo scrivere con più regolarità, altri che devo scrivere più semplice, altri ancora mi chiedono contenuti scaricabili.

Forse è prematuro, ma con questo post voglio chiederti un consiglio, un contributo. Scrivi un commento, mandami una mail (qui) e dimmi cosa secondo te dovrei migliorare, cosa secondo te manca, cosa vorresti leggere.

Sarei onorato di ascoltare la tua opinione e il tuo consiglio. Se sei un blogger o un esperto della rete, sarebbe d'aiuto anche qualche “dritta” sulla gestione e la promozione del blog.

Grazie!

E a presto ;D

sfoglia
   gennaio        marzo

Rubriche
Link
Cerca

Feed

Feed RSS di questo 

blog Reader
Feed ATOM di questo 

blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

Curiosità
blog letto 1 volte

Scegliere

Ogni scelta che facciamo modella la nostra vita. Ogni singola scelta. E' fondamentale per ognuno di noi diventare consapevoli delle nostre decisioniQuesto blog vuole fornire spunti, informazioni, risposte, domande e risorse sul "prendere decisioni".

Gli argomenti trattati sono: l'informazione, la psicologia, il coaching, i bisogni umani, le emozioni, la consapevolezza.

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07.03.2001

Licenza Creative Commons
I contenuti di questo blog sono concessi in licenza sotto la Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Unported.

 

Liquida

 

BlogItalia - La directory italiana dei blog

Directory

Aggregatore

Informazione

GiornaleBlog Notizie dai Blog Italiani

modificare foto

WebShake – intrattenimento

Directory Yoweb.it

hostgator coupon

Miglior Blog




IL CANNOCCHIALE