IL BLOG SI E' TRASFERITO QUI

scegliere | SCEGLIERE | Il Cannocchiale blog
.
Annunci online

Diventa consapevole delle tue decisioni
POLITICA
29 marzo 2013
PAROLE PER PENSARE – La lotta di classe e la satira

Quest'oggi ti propongo un video divertente ma in fondo un poco amaro.

Euno dei pezzi di satira di Ascanio Celestino, uno dei pochi comici satirici che ancora si affaccia alla tv e che non fa solo ridere, ma anche pensare. Nel video interpreta un esponente della classe dei padroni che parla a cuore aperto alla classe proletaria e operaia e ripercorre dal suo punto di vista gli ultimi sessantanni della lotta di classe. Un monologo che fa sorridere, ma soprattutto spinge a porsi domande sul presente, sulla crisi, sul capitalismo e sulla struttura della nostra società.

Ascanio Celestini è attore teatrale e regista, scrittore e drammaturgo. Qui puoi trovare il suo blog, qui la pagina di Wikipedia che lo riguarda.

Come al solito ti invito ad ascoltare con attenzione e senso critico quello che dice, e ti invito ad approfondire gli argomenti che ti colpiscono.

Buon divertimento e a presto ;D

Qui trovi gli altri video della rubrica

POLITICA
22 marzo 2013
PAROLE PER PENSARE – Cittadini e multinazionali

Stasera ti propongo un video che offre spunti di riflessioni interessanti.

Perché le società e le multinazionali hanno gli stessi diritti delle persone? Un tempo non era così, ma grazie all'influenza del denaro dei grandi capitali sulla politica, le società hanno acquisito i diritti dell'uomo e sono andate molto oltre. In nome del profitto, unica ragione che le muove, le società hanno provocato direttamente e indirettamente guerre, colpi di stato, rivoluzione, danni terribili all'ambiente e molto altro. Possiamo vedere con i nostri occhi che oggi le multinazionali dominano l'economia e la finanzia e hanno una tale influenza sulla politica, i media e la società da pretendere la sovranità sui popoli e provocare un declino delle democrazie come mai si è visto prima.

Annie Leonard parla della democrazia negli Stati Uniti, ma lo stesso si può dire dell'Europa oggi. E' fondamentale che noi cittadini torniamo a occuparci direttamente della politica e ci riappropriamo della democrazia e della nostra sovranità prima che sia troppo tardi.

L’autrice del documentario è Annie Leonard, attivista statunitense. Qui trovi il post con il suo documentario più famoso, “La storia delle cose”, qui trovi quello che riporta wikipedia su di lei, qui trovi il sito ufficiale del progetto da cui è nato il film, qui trovi la pagina di Liquida che raccoglie i post su Annie e sui documentari prodotti.

Come sempre ti invito ad ascoltare con attenzione e a verificare le informazioni esposte. Non fidarti delle fonti non verificate e approfondisci sempre le informazioni importanti. Esercita il tuo senso critico e usa la tua testa.

Buona visione e a presto ;D

Qui trovi gli altri video della rubrica

ECONOMIA
16 marzo 2013
PAROLE PER PENSARE – I ricchi non creano posti di lavoro

 

Stasera ti propongo una conferenza molto interessante che getta luce su un altro dei miti del capitalismo.

Nei post “I miti del capitalismo 1”, “2” e “3” abbiamo visto i principali miti del capitalismo, come per esempio “capitalismo uguale ricchezza per tutti” oppure “capitalismo uguale libertà”, questa conferenza parla del mito “i ricchi creano posti di lavoro”.

Naturalmente è falso, sia nell'ottica di quanto denaro un ricco spende e fa circolare nell'economia reale, molto poco rispetto alla borghesia e alla classe operaia, sia dal punto di vista di creare posti di lavoro facendo impresa. In realtà negli ultimi decenni con l'avanzare della globalizzazione, i capitali si sono rivolti alla finanza per guadagnare e le produzioni si sono trasferite in paesi del terzo mondo o in paesi come Cina e Corea. Contemporaneamente i passi avanti fatti dalla tecnologia hanno ridotto il fabbisogno di manodopera dell'industrie e dei servizi.

Nel video Nick Hanauer, spiega dal suo punto di vista di ricco imprenditore perché quelli come lui non creano posti di lavoro e lo fa in modo convincente. Forse è per questo che questa conferenza di TED è stata rimossa e bandita dal sito senza valide giustificazioni. La causa più probabile di questa censura è che il video è intrinsecamente una denuncia dell'ingiustizia del sistema fiscale americano che privilegia le classe più abbienti e penalizza poveri e classe media.

Nick Hanauer è un imprenditore americano di famiglia ricca, uno dei primi investitori in Amazon, amministratore delegato e creatore di aziende di successo. Qui trovi cosa dice di lui Wikipedia e qui trovi il suo sito. Qui trovi la discussione su TED sulla rimozione della sua conferenza.

Come al solito ti invito ad ascoltare con senso critico quanto viene detto e a verificare le informazioni esposte presso altri fonti di informazione.

Buona visione e a presto ;D

DIARI
25 febbraio 2013
E se il prima e il dopo fossero adesso?

 

Ciao e bentrovato.

Stasera niente cose impegnative, mentre aspettiamo l'esito del voto di queste elezioni politiche, volevo solo fare due chiacchiere. Qui ha nevicato e il mondo imbiancato sotto la luna piena mi fa sognare, mi fa pensare a realtà diverse, a futuri diversi, a modi diversi di vedere le cose, quelle importanti naturalmente. Certe volte mi piace baloccarmi con certe idee balzane o certe domande, inquietanti ed entusiasmanti insieme.

Come dici?

Ok, intendo cose del tipo: come sarebbe la vita se fosse sempre inverno? Oppure come sarebbe il nostro mondo se vivessimo solo vent'anni? O come sarebbe se vivessimo mille anni? Ci hai mai pensato? Oppure come vivremmo se tutti i metalli fossero rari? Potrebbe svilupparsi una tecnologia basata prevalentemente sugli organismi viventi?

Tu che ne pensi?

Ne ho mille di domande come queste in un'agenda tutta disegni e scarabocchi e alcune mi rimangono in testa a lungo. Questa te la voglio dire: come sarebbe la realtà se il tempo non fosse come lo immaginiamo noi? Noi pensiamo che il tempo sia lineare: c'è il passato, il presente e il futuro, ricordiamo il passato, viviamo il presente, immaginiamo e progettiamo il futuro.

Prova per esempio a immaginare che tutto accada nello stesso momento. Hai capito bene, prova a immaginare che tutte le vite passate e future, tutti i momenti della nostra vita accadano allo stesso tempo. Mentre il nostro io cosciente percepisce gli eventi come se fossero uno dietro l'altro, come i fotogrammi di un film.

Oppure da un altro punto di vista, immagina che tutto sia già scritto, come su un hard disk, o sulle pagine di un libro e leggiamo una pagina alla volta, una traccia alla volta. No, non intendo dire tutto è già deciso prima, ma cerco di vedere il tempo in modo diverso. Chi ci dice che la nostra percezione del tempo sia corretta?

Come sarebbe la realtà, se il prima e il dopo coesistessero adesso?

Se così fosse, come saremmo noi?

E come saremmo se fossimo capaci di vedere passato, presente e futuro?

Sì, forse hai ragione, forse sono solo masturbazioni mentali.

Oppure è un esercizio utile per allenarsi a pensare fuori dagli schemi. Ed è qui che volevo arrivare, stasera: la nostra mente lavora preferibilmente seguendo schemi già definiti perché deve faticare per crearne di nuovi, ed è per questo che siamo abitudinari, che abbiamo difficoltà ad uscire dalla nostra zona di comfort.

La vita invece ci propone sfide nuove e occasioni che non possiamo affrontare e cogliere senza uscire dagli schemi. Se pensiamo e facciamo le stesse cose nello stesso modo, otterremo gli stessi risultati. Se vogliamo raggiungere altri obiettivi dobbiamo imparare a immaginare oltre che pensare.

Tu cosa ne pensi?

Grazie dell'attenzione e a presto ;D


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. pensare diario tempo prima adesso dopo fuori schemi

permalink | inviato da Elnor il 25/2/2013 alle 20:30 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
POLITICA
22 febbraio 2013
PAROLE PER PENSARE – Perché l'Europa non può funzionare

Stasera ti propongo un altro video interessante. In queste elezioni si è parlato molto di Europa, indirettamente e direttamente, ma nessuno ha mai chiarito le responsabilità dell’Europa e dell’euro in questa crisi.

Il video è un’intervista a un economista italiano, Alberto Bagnai, che con parole semplici e chiare spiega cosa non va in un’Europa costruita attorno a una moneta, a un unione economica e non un’unione politica di stati e di popoli. Interessante è la rivelazione che i fondatori dell’Europa conoscevano fin dall’inizio gli effetti dell’imposizione di una moneta unica a un agglomerato di paesi diversi senza un sistema fiscale unico e senza meccanismi di ridistribuzione.

Ti invito a verificare le fonti e i riferimenti citati, penso li troverai interessanti. Come sempre ti invito a ascoltare con senso critico e a pensare con la tua testa.

Alberto Bagnai è economista e docente di politica economica all’Università Gabriele D’Annunzio di Chieti-Pescara, è ricercatore associato al Centre de Recherche en Economie Appliquée à la Mondialisation (CREAM) dell’Università di Rouen e pubblica su riviste nazionali e internazionali di economia. Qui trovi la sua pagina web, qui il suo blog. Qui trovi il suo blog su il Fatto quotidiano, qui il post di Beppegrillo.it in cui è stato pubblicato il video.

Buona visione e a presto ;D


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. pensare europa crisi parole alberto bagnai funzionare

permalink | inviato da Elnor il 22/2/2013 alle 20:30 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
POLITICA
14 febbraio 2013
PAROLE PER PENSARE – Storia del potere

Stasera ti propongo un video interessante, ma impegnativo, una sfida per il tuo senso critico.

E' il tentativo di Paolo Barnard di dare volto e nomi al vero potere, promotore di molti dei grandi cambiamenti economici e sociali degli ultimi 50 anni. In circa 40 minuti, il giornalista offre una visione diversa della storia moderna e, attraverso indagini e documenti, una ricostruzione sintetica della storia del vero potere.

Paolo Barnard è un giornalista di notevole esperienza, ha lavorato per numerosi quotidiani, periodici e riviste, per agenzie di stampa e testate online. Ha lavorato per la RAI con Samarcanda durante la Guerra del Golfo nel 1991 ed è cofondatore della famosa trasmissione Report per cui ha lavorato dieci anni, dal 1994 al 2004. Paolo Barnard è anche scrittore e ha scritto libri su terrorismo internazionale, la Palestina e lumanizzazione della Medicina. Qui puoi trovare la pagina relativa su wikipedia, qui il suo sito.

Una volta ancora ti invito ad ascoltare con senso critico quanto espone e narra, a prendere appunti e a verificare le molte informazioni presso altre fonti. Io l'ho fatto e con molte sorprese. Come sempre ti invito a usare la tua testa.

Buon visione a presto ;D

POLITICA
3 febbraio 2013
PAROLE PER PENSARE – Capitalismo e libero mercato
 

Stasera ti propongo un altro video interessante e ricco di spunti di riflessione sul mondo odierno.

E' un documentario basato sul libro “Shock Economy” di Naomi Klein e spiega come il capitalismo ha manipolato la storia, l'economia, la politica e i popoli per arrivare al libero mercato e alla globalizzazione.

Il video ripercorre alcuni dei principali eventi della storia del secolo scorso: guerre, dittature, crisi sociali, disastri naturali e crisi economiche, e ce ne mostra le cause e le conseguenze. Mostra come l'imposizione con ogni mezzo, lecito e illecito, delle politiche economiche di Von Hayek e Friedman, le politiche “neoliberali”, di privatizzazione e deregolamentazione, abbiano portato a tragedie sociali orribili, alla morte e sofferenza di innumerevoli persone e abbiano determinato il volto e la natura del mondo attuale.

Naomi Klein è una giornalista canadese pluripremiata, lavora e ha lavorato con le più grandi testate giornalistiche occidentali; è anche una scrittrice, famosa per il saggio “No logo” e più recentemente per “Shock economy”. Qui puoi trovare il suo sito, qui cosa ne dice Wikipedia. Qui puoi trovare la pagina di Liquida su di lei, qui la lista dei suoi libri. Qui puoi trovare il suo canale su Twitter, qui un articolo interessante del Fatto Quotidiano su Shock Economy.

Considerato la quantità delle informazioni riportate, è importante seguire il documentario con attenzione e senso critico. Verifica le informazioni presso altre fonti e non regalare la tua fiducia. Usa la tua testa.

Buona visione e a presto ;D

Qui puoi trovare gli altri video della rubrica

21 gennaio 2013
PAROLE PER PENSARE – Chiesa, satira e spettacolo

Questa sera ti propongo un pezzo di satira graffiante.

E' un'intervista televisiva dove Corrado Guzzanti interpreta il doppio ruolo di giornalista-conduttore e del monsignor Pizarro, uno dei suoi personaggi meglio riusciti. Oggetto di questo pezzo di grande satira sono alcuni degli aspetti più materialisti e controversi della chiesa cattolica, dagli scandali alla pedofilia, dallo Ior allo spettacolo di una chiesa più interessata al denaro che alla fede cristiana.

Corrado Guzzanti è comico, scrittore, attore e sceneggiatore, specializzato nelle imitazioni di noti personaggi del mondo della politica, dello spettacolo e della religione. Diventato famoso nel 1992 come comico di punta dello spettacolo Avanzi, Guzzanti ha partecipato a quasi tutte le trasmissioni di Serena Dandini, da Tunnel all'Ottavo Nano. Ha prodotto film, sitcom e spettacoli teatrali di successo, l'ultimo dei quali, Recital è stato trasmesso anche in televisione. Qui puoi trovare la pagina di Wikipedia su di lui, qui la pagina di Liquida. Qui la sua pagina facebook, qui i suoi libri.

Come sempre ti invito ad ascoltare con senso critico quanto viene detto e a verificare e approfondire le informazioni presso altre fonti.

Buona visione e a presto ;D

Qui puoi trovare gli altri video della rubrica.

sfoglia
   febbraio        aprile

Rubriche
Link
Cerca

Feed

Feed RSS di questo 

blog Reader
Feed ATOM di questo 

blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

Curiosità
blog letto 1 volte

Scegliere

Ogni scelta che facciamo modella la nostra vita. Ogni singola scelta. E' fondamentale per ognuno di noi diventare consapevoli delle nostre decisioniQuesto blog vuole fornire spunti, informazioni, risposte, domande e risorse sul "prendere decisioni".

Gli argomenti trattati sono: l'informazione, la psicologia, il coaching, i bisogni umani, le emozioni, la consapevolezza.

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07.03.2001

Licenza Creative Commons
I contenuti di questo blog sono concessi in licenza sotto la Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Unported.

 

Liquida

 

BlogItalia - La directory italiana dei blog

Directory

Aggregatore

Informazione

GiornaleBlog Notizie dai Blog Italiani

modificare foto

WebShake – intrattenimento

Directory Yoweb.it

hostgator coupon

Miglior Blog




IL CANNOCCHIALE