IL BLOG SI E' TRASFERITO QUI

scegliere | SCEGLIERE | Il Cannocchiale blog
.
Annunci online

Diventa consapevole delle tue decisioni
DIARI
2 aprile 2013
Pausa pasquale


Giorni impegnativi questi, in cui imprevisti e problemi si sono messi in fila per rendermi più interessante la vita. Ti scrivo queste due righe solo per dirti che mi prendo qualche giorno di pausa, diciamo fino al prossimo weekend. Nel frattempo ti invito a dare un'occhiata ai post pubblicati e all'archivio, sono certo troverai spunti di riflessione e idee.

Come sempre se hai qualcosa da dirmi non esitare a lasciare un commento. Grazie della pazienza e a presto ;D


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. pasqua pausa vita imprevisti

permalink | inviato da Elnor il 2/4/2013 alle 20:30 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
DIARI
25 febbraio 2013
E se il prima e il dopo fossero adesso?

 

Ciao e bentrovato.

Stasera niente cose impegnative, mentre aspettiamo l'esito del voto di queste elezioni politiche, volevo solo fare due chiacchiere. Qui ha nevicato e il mondo imbiancato sotto la luna piena mi fa sognare, mi fa pensare a realtà diverse, a futuri diversi, a modi diversi di vedere le cose, quelle importanti naturalmente. Certe volte mi piace baloccarmi con certe idee balzane o certe domande, inquietanti ed entusiasmanti insieme.

Come dici?

Ok, intendo cose del tipo: come sarebbe la vita se fosse sempre inverno? Oppure come sarebbe il nostro mondo se vivessimo solo vent'anni? O come sarebbe se vivessimo mille anni? Ci hai mai pensato? Oppure come vivremmo se tutti i metalli fossero rari? Potrebbe svilupparsi una tecnologia basata prevalentemente sugli organismi viventi?

Tu che ne pensi?

Ne ho mille di domande come queste in un'agenda tutta disegni e scarabocchi e alcune mi rimangono in testa a lungo. Questa te la voglio dire: come sarebbe la realtà se il tempo non fosse come lo immaginiamo noi? Noi pensiamo che il tempo sia lineare: c'è il passato, il presente e il futuro, ricordiamo il passato, viviamo il presente, immaginiamo e progettiamo il futuro.

Prova per esempio a immaginare che tutto accada nello stesso momento. Hai capito bene, prova a immaginare che tutte le vite passate e future, tutti i momenti della nostra vita accadano allo stesso tempo. Mentre il nostro io cosciente percepisce gli eventi come se fossero uno dietro l'altro, come i fotogrammi di un film.

Oppure da un altro punto di vista, immagina che tutto sia già scritto, come su un hard disk, o sulle pagine di un libro e leggiamo una pagina alla volta, una traccia alla volta. No, non intendo dire tutto è già deciso prima, ma cerco di vedere il tempo in modo diverso. Chi ci dice che la nostra percezione del tempo sia corretta?

Come sarebbe la realtà, se il prima e il dopo coesistessero adesso?

Se così fosse, come saremmo noi?

E come saremmo se fossimo capaci di vedere passato, presente e futuro?

Sì, forse hai ragione, forse sono solo masturbazioni mentali.

Oppure è un esercizio utile per allenarsi a pensare fuori dagli schemi. Ed è qui che volevo arrivare, stasera: la nostra mente lavora preferibilmente seguendo schemi già definiti perché deve faticare per crearne di nuovi, ed è per questo che siamo abitudinari, che abbiamo difficoltà ad uscire dalla nostra zona di comfort.

La vita invece ci propone sfide nuove e occasioni che non possiamo affrontare e cogliere senza uscire dagli schemi. Se pensiamo e facciamo le stesse cose nello stesso modo, otterremo gli stessi risultati. Se vogliamo raggiungere altri obiettivi dobbiamo imparare a immaginare oltre che pensare.

Tu cosa ne pensi?

Grazie dell'attenzione e a presto ;D


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. pensare diario tempo prima adesso dopo fuori schemi

permalink | inviato da Elnor il 25/2/2013 alle 20:30 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
DIARI
10 gennaio 2013
Riassunto delle puntate precedenti – 3

  

Sono passati circa diciotto mesi dallinizio di questa esperienza e all'inizio di questo nuovo anno è irresistibile la tentazione di voltarsi indietro per vedere quanto cammino abbiamo percorso. Duecento post non sembrano tanti, non per lampiezza e la complessità degli argomenti scelti, ma danno misura del cammino fatto insieme e penso siano una buona base per quello che seguirà. Ti invito a guardare indietro con me e a rileggere se lo desideri i passi più importanti.

Qui puoi trovare i post sul prendere le decisioni, di cui ti consiglio in particolare quelli relativi ai problemi e le scelte (qui, qui e qui), il post “Dove stai andando?” e “TINA – L'assalto all'intelligenza e alla libertà di scelta”.

Qui puoi trovare i post sulla consapevolezza, di cui consiglio il post “Cos'è lo stress”.

Qui puoi leggere i post sulla consapevolezza della realtà, di cui ti invito a leggere i post sui miti del capitalismo (qui, qui e qui).

Qui puoi trovare i post sui bisogni, e ti consiglio di leggere i post “I bisogni essenziali” e “Siamo quello che mangiamo”.

Qui, invece, puoi leggere i post sulle emozioni e ti invito a leggere “Empatia”.

Qui puoi trovare i post sulle informazioni e in particolare ti consiglio “Cos'è la propaganda” e “La comunicazione politica 1”.

Qui puoi trovare la rubrica su la mente umana e ti invito a leggere i post sull'attenzione a partire dall'ultimo “L'attenzione e il guardare indietro”. Nel post troverai i link per risalire ai precedenti.

Qui trovi i post sulle scelte da compiere, dove affrontiamo argomenti importanti per la società e per noi stessi, come la lotta alla difesa dell'acqua dopo il referendum del giugno 2011, o la lotta a difesa della rete dai tentativi della classe politica di imbavagliare l'informazione, o l'assalto alla sovranità dei cittadini da parte della classe politica e delle classi dominanti, e i tentativi di cercare soluzioni diverse come la nascita del movimento MMT.

Inoltre ti invito a consultare le rubriche “Parole per pensare”, “Libri da leggere” e “Fonti di informazione” per avere spunti di riflessioni, idee, fonti da consultare e libri interessanti da leggere.

Inoltre quest'anno abbiamo aperto la rubrica “Punti di vista”, dove esprimo o riporto punti di vista stimolanti su argomenti di politica e attualità, e la sezione “Contenuti” dove pubblichiamo appunto testi, audio e video da scaricare, approfondimenti sugli argomenti centrali del blog.

Se non hai mai consultato il blog o letto i post che ti propongo, spero tu possa trovare spunti, risposte e domande interessanti. Se già mi leggi e se anche tu ti sei divertito e appassionato come me, continua a seguirmi: il cammino sarà lungo e appassionante.

Se hai suggerimenti o note da farmi non esitare a lasciare un commento o a scrivermi. Se vuoi rivedere i passi significativi compiuti in precedenza ti invito a rileggere i riassunti precedenti (qui e qui).

Buona lettura e a presto ;D


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. blog post cammino insieme rubrica puntate precedenti

permalink | inviato da Elnor il 10/1/2013 alle 20:30 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
DIARI
30 dicembre 2012
BUON 2013!

  

Auguri!

L'anno nuovo è alle porte ed è quindi tempo che tiriamo le somme sull'anno passato, in un modo o nell'altro, è tempo che rinnoviamo le nostre intenzioni e gli obiettivi a cui aspiriamo.

Per quanto mi riguarda, il 2012 è stato un buon anno, ricco di emozioni e incontri. Per il blog è stato un anno difficile, con poco tempo a disposizione per concretizzare le idee e i progetti. Molto è rimasto sulla carta ed è da questo molto che ripartirò per andare oltre: ho in testa contenuti migliori, un podcast e contributi diversi.

Per l'Italia invece questo è stato un anno spiacevole, in primo luogo perché il lavoro di smantellamento di Monti e Napolitano sta avendo effetto: disoccupazione e povertà aumentano, le aziende chiudono e il peggio deve ancora venire. Il vuoto pneumatico di informazione e ideali schiaccia la società e ci rende ciechi e stupidi. I peggiori siedono a Roma, una classe politica serva e corrotta senza dignità e consapevolezza.

Le elezioni di primavera possono cambiare il corso del declino di questa bella penisola, ma la maggior parte degli italiani non sa guardare oltre. Oltre se stessi, oltre la porta di casa, oltre oggi e domani.

Eppure qualcosa sta cambiando, un'onda lenta si sta alzando.

La senti?

La consapevolezza si diffonde, sempre più persone si svegliano, si pongono domande e cercano risposte e si incontrano e diffondono quell'informazione che ci hanno rubato. Il 2013 sarà un anno di cambiamenti, in bene e in male, e sarà un anno di occasioni che possiamo e dobbiamo cogliere.

Tutti noi, cittadini, dobbiamo tornare a fare politica. Non quella dei partiti e dei decrepiti burattini e dei camerieri che affollano gli schermi e i palazzi, ma quella delle piazze, vecchie e nuove, quella che guarda al futuro che si interroga sui principi, che aspira a qualcosa di grande, quella che si nutre di cultura e che crea cultura.

Tu cosa ne pensi?

E' tempo di riprenderci l'informazione e di diffondere consapevolezza. La consapevolezza per accettare la verità di quel che siamo, per vedere le menzogne di questo mondo e per comprendere che sono gli altri a dare significato alla nostra esistenza. Abbastanza per affrontare senza paura le scelte della vita e per capire che le scelte di oggi determinano il nostro futuro e il futuro di chi amiamo.

Auguri per un nuovo anno ricco di emozioni e di occasioni!

Grazie e a presto ;D


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. 2013 buon anno auguri consapevolezza idee politica

permalink | inviato da Elnor il 30/12/2012 alle 20:30 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
DIARI
21 dicembre 2012
BUON NATALE 2012

Auguri!

Come?

Sì, dici bene, sono in anticipo di qualche giorno, ma non sono sicuro di essere online a Natale, quindi preparati per un bell’abbraccio. E’ il secondo Natale per questo blog e, dopo diciotto mesi, posso dire che è molto cambiato, in bene e in male. Ma non è tempo di fare bilanci, forse ti annoierò a fine anno, invece è tempo di accogliere un altro Natale e l’inizio di un nuovo ciclo.

Mi riferisco al sole che dopo i giorni più corti riprende a salire in cielo e mi riferisco a quest’epoca di cambiamenti che ci spinge verso un futuro diverso, incerto forse, e speriamo ricco di opportunità e del meglio della nostra umanità.

Quindi senza indugi ti auguro un felice Natale, ti auguro di vivere momenti indimenticabili, attimi ricchi di emozione e soprattutto ti auguro tanta consapevolezza. Abbastanza consapevolezza per accettare la verità di quel che siamo e per comprendere che sono gli altri a dare significato alla nostra esistenza. Abbastanza per vedere le menzogne di questo mondo e le tue di menzogne. Sufficiente consapevolezza per essere libero, per affrontare senza paura le scelte della vita e renderla speciale. Non importa se breve o lunga, povera o ricca, speciale.

Auguri!

E non dimenticare che le scelte di oggi determinano il futuro.

A presto ;D

DIARI
4 novembre 2012
Prove di trasmissione 8 – Cambi di rotta

 

In diversi mi hanno chiesto perché ho introdotto nel blog argomenti come la crisi economica, l'euro e la politica. Perché ho dato più spazio ai video di “Parole per pensare” e ho aperto argomenti come “Consapevoli della realtà” e “Punti di vista” e ho abbandonato altri argomenti più interessanti come, per esempio, “Informazioni” e “Bisogni”.

In primo luogo non ho abbandonato nulla, gli argomenti chiave del blog sono rimasti gli stessi: scegliere, l'informazione, la psicologia, i bisogni, le emozioni e la consapevolezza.

D'altra parte stiamo vivendo momenti storici cruciali: la ripresa delle lotte sociali a causa della rottura del patto sociale da parte delle classi dirigenti, il tentativo di unificazione dell'Europa sotto un governo non democratico, una guerra economico-finanziaria che mira a demolire gli stati e il loro ruolo di controllo, l'indipendenza del continente sudamericano dagli stati uniti, un nuovo livello di conflitti internazionali mirati al controllo e all'appropriazione delle risorse e altro ancora. Tutto questo sullo sfondo di cambiamenti climatici che annunciano un futuro difficile e cupo.

E che lo vogliamo o meno, i protagonisti di tutto questo siamo noi, esseri umani e cittadini, e rimanere ad assistere dimostra solo ingenuità e scarsa consapevolezza. Pensare di essere spettatori immuni dagli eventi e dalle loro conseguenze, non è altro che mentire a noi stessi. Il nostro futuro e quello dei nostri figli dipende anche da noi, dipende da quanto siamo informati e dalle scelte che facciamo oggi e faremo nei prossimi anni.

Cosa dici?

Certo che possiamo fare qualcosa, certo che abbiamo un peso. Lo abbiamo con le nostre scelte personali, per esempio sul cosa mangiare, come muoverci, come vestirci, come comunicare e come spendere il nostro tempo libero. Abbiamo un enorme peso se ci muoviamo in molti, ma questo richiede obiettivi comuni, richiede informazione e coordinamento, richiede che ci impegniamo, che diventiamo attivi e attivisti per noi stessi, non per un politico o un partito o per la squadra di calcio. E non parlo solo di andare in piazza per manifestare, ma parlo di agire a tutti i livelli, facendo pressione sui politici locali, sulle aziende, sui media, gestendo le nostre risorse, usando tutti gli strumenti a nostra disposizione, dalla legislazione alla comunicazione.

Le classi dominanti ci vogliono sottomessi e sotto controllo, mentre si appropriano della sovranità dei cittadini e degli stati e delle ricchezze pubbliche. E così sarà se glielo lasceremo fare. Se smetteremo di andare a votare, se smetteremo di protestare e di chiedere ciò che è nostro di diritto, se smetteremo di lottare per il futuro dei nostri figli.

Nel mio piccolo ho voluto usare il blog per dare un contributo, per condividere informazioni, idee e punti di vista, miei e non miei. In futuro forse ci sarà altro, ma non ho abbandonato le radici e continuerò a parlare con te degli argomenti che mi sono cari.

Solo con una minore frequenza.

A presto ;D

DIARI
6 maggio 2012
Il blog compie un anno!

 

Il post di oggi è dedicato a festeggiare il primo anno di vita del blog.

E' passato un anno da quando ha preso il via questo piccolo progetto amatoriale incentrato su tutto quello che riguarda il prendere le decisioni. Come abbiamo ripetuto più volte, scegliere è fondamentale per ognuno di noi: la nostra vita è la somma delle nostre scelte, noi siamo il risultato di tutte le decisioni prese finora. Pensa solo alle decisioni importanti, per esempio il lavoro, la scuola, il tuo partner. Pensa a come e quando hai preso quelle decisioni: ti sono state imposte? Le hai affrontate con calma e lucidità? O eri preso dalle emozioni e dall'urgenza? Avresti preso le stesse decisioni se fossi stato presente e pienamente consapevole delle conseguenze?

Eppure scegliere è un argomento trascurato dalla scuola e dalla formazione tradizionale, che viene trattato in modo significativo solo da certe materie, quali il coaching, la psicologia, la comunicazione, le scienze sociali e poco altro.

Ebbene solo la consapevolezza dei momenti in cui prendiamo le decisioni, solo essere attenti in questi momenti importanti rende le nostre scelte più efficaci e cambia la percezione che abbiamo della nostra vita. Essere consapevoli dell'importanza delle informazioni ci spingerà a informarci meglio e con più attenzione, cambiando in questo modo le nostre scelte. Essere consapevoli della nostra comunicazione mentre raccogliamo le informazioni che ci servono, ci spingerà a comunicare meglio e cambierà il nostro modo di rapportarci con gli altri. Essere consapevoli della nostra emotività mentre prendiamo delle decisioni, ci spingerà a una maggiore comprensione di noi stessi e migliorerà la qualità della nostra vita. Questo ed altro ancora.

Questo blog, tra alti e bassi, contrattempi e ritardi, è riuscito a mettere online più di 130 post, diversi dei quali hanno raggiunto i primi posti dei motori di ricerca e, con mia soddisfazione, continuano a essere letti.

Tirate le somme, nonostante il poco tempo a mia disposizione, ho deciso di continuare questo percorso di studio di gruppo. Nei prossimi dodici mesi aprirò altre rubriche, renderò disponibili contenuti scaricabili utili e soprattutto approfondiremo gli argomenti centrali: l'informazione, le emozioni, la comunicazione, la psicologia, i bisogni che ci spingono e la consapevolezza.

Spero continueremo questo cammino insieme.

Grazie della tua attenzione e a presto ;D

DIARI
23 febbraio 2012
Prove di trasmissione 7 – Commenti?

 

In diversi mi hanno fatto notare che ci sono pochi commenti sul blog. Nessun commento, nessun feedback e poco miglioramento. E poi i commenti sono una misura del gradimento del blog, quindi il blog ha scarso successo.

Ha poco successo?

Eppure in nove mesi, queste pagine hanno collezionato migliaia di visite. Ho perciò cercato di capire se fosse veramente così e come risolvere il problema. Mi sono letto tutto ciò che sono riuscito a trovare in rete relativo ai commenti dei lettori e sui trucchi per raccogliere più commenti, tipo: chiedi ai tuoi utenti di esprimere la propria opinione, rispondi sempre ai commenti, scrivi articoli controversi, scrivi di argomenti che interessano alla gente, linka articoli di altri blog per far intervenire l'autore, fai domande ai tuoi utenti, eccetera.

Prenderò sicuramente spunto da alcuni di questi suggerimenti, ma non credo che mi metterò a scrivere in stile provocatorio per accendere discussioni inutili. Dopo aver soppesato a lungo sul perché le migliaia di utenti che hanno visitato il blog hanno lasciato ben pochi commenti, un amico mi ha dato una risposta interessante: i tuoi post non hanno bisogno di commenti.

E' così?

Anche tu pensi che i miei post non abbiano bisogno di commenti?

Se così è, perché?

Perché i post sono troppo completi ed esaustivi?

Perché non pongono domande o danno tutte le risposte?

Perché gli argomenti che scrivo interessano persone che non lasciano normalmente commenti?

Perché sono noiosi o pesanti?

Cosa ne pensi?

Lascia un commento, dimmi il tuo pensiero.

A presto ;D


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. blog visite diario commenti domande navigazione

permalink | inviato da Elnor il 23/2/2012 alle 23:39 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa
sfoglia
   febbraio       

Rubriche
Link
Cerca

Feed

Feed RSS di questo 

blog Reader
Feed ATOM di questo 

blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

Curiosità
blog letto 1 volte

Scegliere

Ogni scelta che facciamo modella la nostra vita. Ogni singola scelta. E' fondamentale per ognuno di noi diventare consapevoli delle nostre decisioniQuesto blog vuole fornire spunti, informazioni, risposte, domande e risorse sul "prendere decisioni".

Gli argomenti trattati sono: l'informazione, la psicologia, il coaching, i bisogni umani, le emozioni, la consapevolezza.

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07.03.2001

Licenza Creative Commons
I contenuti di questo blog sono concessi in licenza sotto la Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Unported.

 

Liquida

 

BlogItalia - La directory italiana dei blog

Directory

Aggregatore

Informazione

GiornaleBlog Notizie dai Blog Italiani

modificare foto

WebShake – intrattenimento

Directory Yoweb.it

hostgator coupon

Miglior Blog




IL CANNOCCHIALE