IL BLOG SI E' TRASFERITO QUI

scegliere | SCEGLIERE | Il Cannocchiale blog
.
Annunci online

Diventa consapevole delle tue decisioni
ECONOMIA
26 febbraio 2012
PAROLE PER PENSARE – Il business dei carburanti

 

Stasera ti propongo un interessante video francese che spiega in pochi minuti il business dei carburanti, cosa c'è dietro, quanto costa realmente produrli, quanto costa a noi consumatori e perché.

La nostra vita poggia sull'energia prodotta dai carburanti e non solo per quanto riguarda la nostra mobilità. Il cibo sulla nostra tavola viene per la maggior parte da lontano, anche da molto lontano, e il suo prezzo e la sua disponibilità dipendono dai carburanti.  Pensaci. E lo stesso vale per altri aspetti importanti della nsotra vita, per esempio il nostro lavoro dipende dal costo dei carburanti e i nostri rapporti sociali e molto altro. E chi ha il controllo del prezzo e della disponibilità dei carburanti, ha almeno in parte controllo sulla nostra vita. 

Non credo siano necessari commenti, mentre probabilmente sarà utile ripetere la visione almeno una volta, per capire con precisione quanto viene spiegato. Ti invito come sempre ad ascoltare con senso critico quanto viene detto e a verificare le informazioni riportate presso fonti diverse.

Ringraziamo Informare per resistere per la traduzione del video.

Buona visione e a presto ;D

Qui puoi trovare gli altri video della rubrica.

DIARI
23 febbraio 2012
Prove di trasmissione 7 – Commenti?

 

In diversi mi hanno fatto notare che ci sono pochi commenti sul blog. Nessun commento, nessun feedback e poco miglioramento. E poi i commenti sono una misura del gradimento del blog, quindi il blog ha scarso successo.

Ha poco successo?

Eppure in nove mesi, queste pagine hanno collezionato migliaia di visite. Ho perciò cercato di capire se fosse veramente così e come risolvere il problema. Mi sono letto tutto ciò che sono riuscito a trovare in rete relativo ai commenti dei lettori e sui trucchi per raccogliere più commenti, tipo: chiedi ai tuoi utenti di esprimere la propria opinione, rispondi sempre ai commenti, scrivi articoli controversi, scrivi di argomenti che interessano alla gente, linka articoli di altri blog per far intervenire l'autore, fai domande ai tuoi utenti, eccetera.

Prenderò sicuramente spunto da alcuni di questi suggerimenti, ma non credo che mi metterò a scrivere in stile provocatorio per accendere discussioni inutili. Dopo aver soppesato a lungo sul perché le migliaia di utenti che hanno visitato il blog hanno lasciato ben pochi commenti, un amico mi ha dato una risposta interessante: i tuoi post non hanno bisogno di commenti.

E' così?

Anche tu pensi che i miei post non abbiano bisogno di commenti?

Se così è, perché?

Perché i post sono troppo completi ed esaustivi?

Perché non pongono domande o danno tutte le risposte?

Perché gli argomenti che scrivo interessano persone che non lasciano normalmente commenti?

Perché sono noiosi o pesanti?

Cosa ne pensi?

Lascia un commento, dimmi il tuo pensiero.

A presto ;D


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. blog visite diario commenti domande navigazione

permalink | inviato da Elnor il 23/2/2012 alle 23:39 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa
SOCIETA'
20 febbraio 2012
PAROLE PER PENSARE – Critica allo stile di vita moderno

 

Stasera ti propongo un altro video interessante: la spietata critica di Silvano Agosti allo stile di vita moderno. Silvano Agosti è regista e scrittore, famoso per le sue opere, più volte premiate, e per il suo pensiero anticonformista. Egli sostiene che l'uomo e la sua vita sono un capolavoro assoluto, che non dovremmo consumare lavorando come schiavi per il vantaggio di qualcun altro. Ognuno di noi dovrebbe essere e rimanere se stesso, come lo è all’età di tre o quattro anni quando agisce esclusivamente secondo i propri bisogni e desideri, si nutre, gioca, sorride e ama. Convinto di ciò è arrivato a fare richiesta ufficiale all'Unesco e all'ONU di proclamare l'Essere Umano come patrimonio dell'umanità. 

Ti invito a considerare con attenzione le sue parole, per quanto graffianti, perché riguardano il senso della vita. Offrono l'occasione di pensare alla nostra vita, a chi siamo e dove andiamo, alla nostra libertà. Come sempre è importante ascoltare quanto viene detto con senso critico.

Se vuoi conoscere meglio il pensiero di Agosti ti consiglio di leggere “Lettere dalla Kirghisia”. Qui puoi trovare cosa ne dice wikipedia, qui trovi il suo sito ufficiale, qui una sua interessante intervista.

Buona visione e a presto ;D

Qui puoi trovare gli altri video della rubrica.

ECONOMIA
17 febbraio 2012
Il summit MMT : voci fuori dal coro

 

 

Stasera ho deciso di parlare del summit di tre giorni sulla Modern Money Theory, organizzato da Paolo Barnard. Il summit si terrà a Rimini, allo "105 Stadium" di piazzale Pasolini, dal 24 al 26 febbraio. Ci saranno economisti internazionali di chiara fama che terranno due giorni di lezioni per spiegare la MMT, ci racconteranno da dove viene questa crisi, cosa ha condotto ad essa e perché la democrazia sta morendo. Qui puoi trovare il sito dell'evento.

Cos'è la MMT?

In sostanza è un modo diverso di vedere la moneta e i suoi possibili utilizzi, ma è anche un punto di vista diverso attraverso il quale rileggere la storia e gli eventi odierni, un punto di vista che rivela la manipolazione delle culture, la guerra economica in corso e le cause della morte delle democrazie occidentali. Qui puoi trovare “Il Grande Crimine”, l'ultimo libro di Barnard, liberamente scaricabile dal suo sito, in cui Barnard spiega appunto la MMT e qual è il grande crimine. Per una migliore comprensione dell'argomento, Barnard ha preparato dieci lezioni dal titolo “Nonna, ti spiego la crisi economica” che puoi trovare qui: 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10.

Chi è Paolo Barnard?

Paolo Barnard è un giornalista di notevole esperienza, ha lavorato per numerosi quotidiani, periodici e riviste, per agenzie di stampa e testate online. Ha lavorato per la RAI con Samarcanda durante la Guerra del Golfo nel 1991 ed è cofondatore della famosa trasmissione Report per cui ha lavorato dieci anni, dal 1994 al 2004. Paolo Barnard è anche scrittore e ha scritto libri su terrorismo internazionale, la Palestina e l'umanizzazione della Medicina. Qui puoi trovare la pagina relativa su wikipedia, qui la sua pagina di presentazione sul suo sito.

Chi sono i relatori?

I relatori sono cinque economisti, statunitensi e francesi: William Black, Michael Hudson, Stephanie Kelton, Marshall Auerback e Alain Parguez. Qui puoi trovare i brevi curricula sul sito del summit.

Nei video trovi la presentazione dell'evento dello stesso Barnard. Qui trovi il sito del summit, qui il programma dell'evento e infine qui è spiegato come partecipare.

Come dici? No, non sono un sostenitore convinto. Non sono un economista, ma dal mio punto di vista la MMT per quanto interessante mostra diverse zone grigie e tirando le somme non mi sembra la soluzione definitiva del problema. Inoltre non tutti i relatori sono esenti da ombre e non posso non chiedermi quali siano gli interessi che li spingono e i motivi che li portano a partecipare al summit.

D'altra parte, molto di quello che emerge dal libro “Il grande crimine” è confermato dalla storia e dai fatti e penso valga la pena partecipare per comprendere meglio come siamo arrivati alla situazione odierna e verso quale futuro ci stanno spingendo i potenti della terra.

A presto ;D

ECONOMIA
13 febbraio 2012
PAROLE PER PENSARE – Come funziona la moneta a corso legale (FIAT)

 

Stasera ti propongo un altro video interessante a tema economico. Il video spiega cos'è e come funziona la moneta a corso legale, come per esempio l'euro, la nostra moneta. Considerando la portata dei cambiamenti che stiamo vivendo, ritengo importante conoscere le informazioni chiave per poter comprendere e valutare quello che sta succedendo, gli eventi, e prendere al meglio le nostre decisioni.

Non credo siano necessari commenti, mentre probabilmente sarà utile ripetere la visione almeno una volta, per capire con attenzione quanto viene spiegato. Come sempre ti invito ad ascoltare con senso critico quanto viene detto e a verificare le informazioni presso fonti diverse.

Buona visione e a presto ;D


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. parole per pensare moneta fiat corso legale video

permalink | inviato da Elnor il 13/2/2012 alle 20:31 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
CULTURA
10 febbraio 2012
LA MENTE UMANA – Attenzione e concentrazione

Stasera parliamo una volta ancora dell'attenzione, la capacità della mente di mettere a fuoco un particolare stimolo, percezione o evento. Ricordi? Ne abbiamo parlato più volte da punti di vista diversi.

Nel postIl flusso, abbiamo visto come ogni singolo istante il mondo ci inonda con un flusso continuo di stimoli sensoriali ma la nostra mente cosciente ne percepisce solo una piccola parte, la maggior parte lo ignora, lo delega all'inconscio, perché non ha il tempo per considerare e valutare una a una tutte le informazioni che la raggiungono.

Nel postCome funziona l'attenzione?, abbiamo parlato dell'attenzione inconsapevole e abbiamo visto come l'attenzione è la messa a fuoco della mente su un particolare stimolo sensoriale, la temporanea importanza che la nostra mente dedica a una certa percezione.

Nel postMetti a fuoco la vita, abbiamo studiato la focalizzazione mentale e abbiamo visto che il focus è ciò su cui ci concentriamo, su cui focalizziamo la nostra attenzione, è ciò che determina l'esperienza della nostra vita perché determina la nostra realtà.

Stasera voglio attirare la tua attenzione (appunto) su un aspetto della focalizzazione mentale, la sua capacità di filtrare il flusso sensoriale. Ciò a cui prestiamo attenzione diventa la nostra realtà, ma cosa succede a ciò a cui non prestiamo attenzione?

L'attenzione agisce come un filtro che incanala le risorse mentali verso una porzione più o meno piccola della realtà, per esempio un evento che accade davanti a noi, oppure il discorso tra due persone poco lontane.

Ma cosa succede quanto concentriamo la nostra attenzione?

Quando l'attenzione viene usata in modo attivo su una porzione ridotta della realtà diventa concentrazione e dimostra di poter dirigere gran parte delle risorse mentali solo sul compito che stiamo svolgendo. Per esempio, abbiamo perso le chiavi e le cerchiamo tra l'erba, rivolgiamo tutta la nostra attenzione al compito perché la perdita comporterebbe un costo e noie notevoli, quindi concentriamo la nostra mente sulla ricerca focalizzando sulla ricerca di oggetti di colore argenteo e su riflessi metallici. Mentre lo facciamo la nostra concentrazione è tale che non solo non facciamo caso a quello che ci avviene attorno, ma non notiamo, anzi non vediamo proprio oggetti che ci passano davanti che non possiedono le caratteristiche che stiamo cercando.

Questo fenomeno viene chiamato dagli psicologi cecità da inattenzione ed è maggiore quanto più concentriamo l'attenzione e tanto più ci sforziamo di ignorare ogni possibile distrazione. E' stato studiato a lungo e dimostrato attraverso molti esperimenti, tra cui il famoso video di giocatori di basket tra cui a un certo punto compare un gorilla che balla. Normalmente è impossibile non notare un gorilla che balla tra giocatori di basket, ma se i soggetti del test si concentrano molto, per esempio nel contare i passaggi effettuati da una squadra, arrivano appunto a non vedere anche gli eventi più evidenti.

Come funziona e perché avviene?

Nell'esperimento citato sopra, la cecità è dovuta al limite della memoria a breve termine, che può conservare una quantità limitata di informazioni. Questa può essere ampliata grazie a piccoli trucchi, come per esempio ripetere più volte la stessa parola, o attraverso l'addestramento, ma quando il compito su cui ci concentriamo è abbastanza difficile da raggiungere il limite della memoria a breve termine, allora entra in gioco l'attenzione. Concentrandoci attiviamo tutta una serie di meccanismi mentali e cerebrali attraverso i quali diamo la priorità all'elaborazione di un determinato stimolo e più ci impegniamo nell'ignorare ogni possibile distrazione, più riusciamo a eliminare l'elaborazione e la conservazioni di informazioni in quel momento inutili.

Quello che accade è che concentrando l'attenzione selezioniamo in ogni istante gli stimoli sensoriali su cui lavorare e quelli da ignorare, applicando uno schema di priorità che abbiamo scelto in anticipo. Questo non funziona in modo efficace per gli stimoli simili a quello su cui siamo concentrati, o viceversa per stimoli sensoriali estranei che attivano meccanismi primari come quelli di autodifesa.

Questo dimostra quanto potente ed efficace sia l'azione dell'attenzione sulla nostra percezione. Talmente potente da arrivare a cancellare completamente la maggior parte del flusso sensoriale che riceviamo, arrivando perfino a smorzare stimoli intensi e prioritari come il dolore.

Parleremo ancora dell'attenzione e della concentrazione nei post futuri, ma per stasera ci fermiamo qui. Ti lascio con una domanda interessante: quale limite ha la nostra concentrazione? Quanto intensamente possiamo concentrarci? La risposta non è così banale, te l'assicuro. 

Grazie dell'attenzione e a presto ;D

Qui puoi trovare gli altri post della rubrica.

CULTURA
5 febbraio 2012
PAROLE PER PENSARE - Il potere degli orti

 

Stasera ti propongo un video dal tema inconsueto: gli orti sono sovversivi.

Il video è una conferenza Roger Doiron per TED. TED è un'organizzazione no-profit che organizza conferenze annuali negli USA e in Inghilterra e il cui obiettivo è la diffusione delle idee. Sul sito di TED puoi trovare molti video sulle conferenze di personalità più o meno note su temi importanti e idee nuove o diverse.

In questo video, Roger Doiron spiega con ironia il suo piano sovversivo: l'importanza degli orti e di prodursi il cibo da soli. Controllare la fonte del nostro cibo è fondamentale per noi, per la nostra salute e per il futuro dei nostri figli, e decisivo per l'impronta che lasciamo sul nostro ecosistema.

Roger Doiron è fondatore e direttore di Kitchen Gardeners International, un network noprofit di 20 mila persone di cento paesi diversi, è scrittore e oratore specializzato in giardinaggio e in sistemi alimentari sostenibili.

Come sempre ti invito ad ascoltare con attenzione quanto viene detto, a verificare le informazioni riportate e a valutare con senso critico le idee proposte.

Qui puoi trovare il video su TED, qui puoi trovare il sito di Doiron, qui quello della sua organizzazione noprofit. Un ringraziamento per la traduzione al blog di Beppe Grillo.

Buona visione e a presto ;D

Qui puoi trovare gli altri video della rubrica

SOCIETA'
3 febbraio 2012
Fonti di informazioni - ALASKA

 

No, stasera non parleremo della regione più settentrionale delle Americhe, ma di una delle migliori trasmissioni radiofoniche del panorama italiano: Alaska di Radio Popolare, condotta da Marina Petrillo, giornalista, blogger, tweep, social media editor.

In onda dal martedì al venerdì a mezzogiorno e in replica alle 21, la trasmissione Alaska, avviata nel 2009 con lo scopo di portare in radio le storie e le notizie dal web e sul web, ha avuto un'improvvisa evoluzione nel 2010. A seguito del disastro della BP e dell'eruzione del vulcano islandese, la conduttrice ha iniziato a seguire il racconto collettivo dei blogger che twittavano dai luoghi colpiti dalla marea nera e dagli effetti dell'eruzione. Quando nel 2011 in Egitto è esplosa la rivolta, Alaska è riuscita a fornire ai suoi ascoltatori il più completo e continuo servizio di informazione sulle rivoluzioni nordafricane di quella che è stata chiamata la primavera araba.

Il flusso di informazioni affidabili e tempestive durante i grandi avvenimenti è garantito da Twitter, il social network famoso per i suoi messaggi (tweet) da 140 caratteri, attraverso il quale le voci della rete, blogger ed attivisti, danno forma a un racconto corale che la giornalista è riuscita a trasferire e raccontare nella sua trasmissione, mescolando il giornalismo tradizionale alle nuove frontiere dell'informazione.

La Petrillo si è costruita una rete di fonti e contatti composta da giornalisti professionisti, attivisti, blogger e testimoni, scelti uno per uno e verificati nel tempo, che forniscono la base, il nocciolo delle storie che racconta. Alla fine di novembre 2011, è anche uscita dallo studio di RP, per diventare testimone di quello che stava succedendo a piazza Tahrir al Cairo in Egitto durante le giornate della prima tornata di elezioni dopo Mubarak.

Nonostante il carattere soggettivo delle trasmissioni e delle informazioni che riporta, Alaska e la sua giornalista forniscono punti di vista diversi dai media tradizionali, interpretazioni penetranti e testimonianze dirette. Non a caso vengono riconosciuti come una delle fonti indipendenti più influenti per quanto riguarda le notizie internazionali. Personalmente trovo notevole il lavoro fatto dalla Petrillo, in particolare nel modo diverso di raccogliere e fare informazione.

Qui trovi il blog di Alaska dove puoi ascoltare le trasmissioni precedenti e trovare tutte le fonti e i documenti che la conduttrice raccoglie per le sue trasmissioni. Ti invito a dare un'occhiata ai link e alle fonti riportate. Qui trovi una recente intervista della Petrillo su Il Post, qui un'altra intervista sull'Unità. L'hashtag di twitter della trasmissione è @alaskaRP.

Buon ascolto e a presto ;D

sfoglia
   gennaio        marzo

Rubriche
Link
Cerca

Feed

Feed RSS di questo 

blog Reader
Feed ATOM di questo 

blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

Curiosità
blog letto 1 volte

Scegliere

Ogni scelta che facciamo modella la nostra vita. Ogni singola scelta. E' fondamentale per ognuno di noi diventare consapevoli delle nostre decisioniQuesto blog vuole fornire spunti, informazioni, risposte, domande e risorse sul "prendere decisioni".

Gli argomenti trattati sono: l'informazione, la psicologia, il coaching, i bisogni umani, le emozioni, la consapevolezza.

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07.03.2001

Licenza Creative Commons
I contenuti di questo blog sono concessi in licenza sotto la Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Unported.

 

Liquida

 

BlogItalia - La directory italiana dei blog

Directory

Aggregatore

Informazione

GiornaleBlog Notizie dai Blog Italiani

modificare foto

WebShake – intrattenimento

Directory Yoweb.it

hostgator coupon

Miglior Blog




IL CANNOCCHIALE